Bio

English

Nell’autunno del 1999 amici musicanti si chiamano a raccolta…

Amici da anni, musicanti per strade diverse, li unisce l’esigenza di dare vita ad una esperienza che sia in primo luogo una zona franca per irrequiete e scomposte creatività. Nasce così il Charmin’Elf, l’elfo che incanta.

Il punto di partenza è la Musica Popolare ed in particolare quella che viene definita Celtica (il folk irlandese, scozzese, bretone, ecc.). Non è la scelta di un genere ma il naturale avvicinamento ad una tradizione musicalmente stimolante per la ricerca di un suono perduto, giacente nei recessi dell’anima; risonanza che non si lascia descrivere a parole e la cui origine è difficile collocare precisamente nel tempo e nello spazio.

A tutto ciò si affianca il richiamo di musica e strumenti provenienti da altre tradizioni (compresa quella pugliese) e su tutto prevale la necessità di creare che, attingendo alle diverse esperienze e personalità che convivono nel gruppo, porta da subito alla composizione di musica e testi originali e ad una interpretazione affatto personale della musica tradizionale.

Nel dicembre del 2000 viene realizzato “The Charmin’Elf”, un EP autoprodotto dedicato al folk irlandese, scozzese e bretone.

A dicembre del 2004 vede la luce l’album “MATTINO”, pubblicato dall’etichetta milanese Ethnoworld. Questo lavoro segna una svolta per la band che, pur conservando l’amore per la musica dei popoli, va al di là del folk revival proponendo materiale originale (svincolato da ogni etichetta commerciale, anche da quella stessa della “world music”), con predilezione per la forma canzone e per l’uso di strumenti acustici di varie tradizioni. Dodici brani, dieci canzoni e due strumentali, registrati e mixati assolutamente in analogico e con un chiaro approccio “live”. Le liriche di Mara Campobasso e Giovanni Mastrangelo presentano diversi contenuti: si va dai “canti di insofferenza” verso i “modi” della nostra società (The Charmin’Elf, Restless Flame, (I’m Not) The Prodigal Son) alle canzoni di argomento pseudo-amoroso (The Ring Of Fortune, About You, Pictures Of Spring), dalla favola morale (Marianne, Lilium) fino a momenti più intimistici (Lullaby, Slowly Falls The Snow).

Nel novembre 2012 Charmin’Elf pubblica il singolo “She’ll wear my ring” (per l’etichetta RadioSpia), un assaggio della ripresa attività in studio della band.